+

SCOPRI LE NOVITÁ

vivi  Venezia  come un’esperienza unica scarica  la nuova versione multilingua dell’audio dei 2 itinerari FELIX e Venice Past & Modern


scegli una guida professionale (Dott.sa Giulia Ecchili) per aiutarti a scoprire la storia di un luogo unico come Venezia 


scopri nuovi libri e letture su Venezia  come ” The Dressmaker’s Parcerls” di Silvano Stagni


SCOPRI DI PIÚ>>

Jul 2024
+ -
+ -
Come festeggiare la Festa del Redentore come un vero veneziano
Prenota ora

Come festeggiare la Festa del Redentore come un vero veneziano

Durante l’anno a Venezia si alternano diversi eventi importanti, come la Vogalonga, per esempio, ma nessuno è sentito e stupefacente come la Festa del Redentore.
Questa festa è un appuntamento molto importante per i veneziani, che non se lo perderebbero per nulla al mondo, e se hai occasione non dovresti perderlo nemmeno tu, specialmente per lo spettacolo di fuochi d’artificio che ci sarà sul Bacino San Marco.

L’origine dell’evento risale al 16° secolo, precisamente al 1585 quando un’epidemia di peste davvero devastante colpì Venezia, decimandone la popolazione.

La Chiesa del Redentore di Venezia

Come probabilmente già sai, erigere una chiesa per ringraziare Dio della sua benevolenza era di uso comune un tempo. Quando si verificavano eventi così tragici e al di sopra delle possibilità umane, fare un voto a Dio in cambio del suo intervento era l’unica soluzione che si poteva attuare.
La Chiesa del Redentore venne commissionata dal Senato della Repubblica della Serenissima per onorare il voto fatto dai veneziani: se la peste avesse abbandonato la città, avrebbero eretto una chiesa maestosa, in onore di Dio e della sua pietà.
La Chiesa del Redentore fu progettata da Andrea Palladio sull’isola della Giudecca e durante la Festa del Redentore, le persone possono raggiungerla facilmente, grazie a un ponte di barche che viene costruito per l’occasione.
Molte persone, ancora oggi, partecipano al tradizionale pellegrinaggio di ringraziamento, per ricordare questo importante pezzettino di storia di Venezia, che nessuno vorrà mai dimenticare.

Come vivere la Festa del Redentore come un veneziano

Prendere parte al pellegrinaggio verso la chiesa del Redentore è solo una delle cose che puoi fare durante questa festa – ovviamente sempre con il massimo rispetto – infatti, ogni anno viene anche organizzato, per la notte precedente, uno spettacolo pirotecnico tra i più belli del mondo. Ciò che caratterizza questo momento di festa sono, inoltre, le barche tutte addobbate con luci e festoni dei veneziani che si ritrovano in bacino San Marco per assistere ai fuochi.
Famiglie e amici si incontrano qui per cenare insieme in barca e vedere lo spettacolo dei fuochi d’artificio tutti insieme. E’ un momento di condivisione, dove tutti cantano, brindano e mangiano sotto un cielo di colori, come facevano i loro avi prima di loro. Questa è una tradizione a cui i veneziani non potrebbero mai rinuncerebbero, perchè è parte della loro storia.

Quand’è la Festa del Redentore a Venezia?

La Festa del Redentore si festeggia sempre nella terza domenica di luglio uno dei momenti migliori per visitare Venezia – ma comincia il sabato prima, infatti, alle 19 il ponte di barche costruito per l’occasione viene aperto al pubblico.
Se vuoi conoscere i luoghi migliori dove assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio, non esitare a chiedere in reception qualche informazione aggiuntiva, saremo ben lieti di indicarti il giusto ristorante dove cenare e goderti lo spettacolo o i luoghi da cui si vedono meglio.