Do you want to view the website in English? X
Cà Pozzo Venice | Official Website Italiano

Venezia in 2 giorni: cosa non farsi scappare

Dal 01-01-2019 al 31-12-2019

Per iniziare al meglio la tua piccola vacanza in laguna, ti invitiamo a sostare un breve momento in hotel: avremo così l’occasione di conoscerti e di darti alcuni suggerimenti per trascorrere ogni giorno nella sua interezza.
Qualunque sia il tuo mezzo di trasporto, il nostro hotel è molto pratico perché situato vicino al Ponte delle Guglie. In soli dieci minuti dal capolinea degli autobus Piazzale Roma e cinque dalla stazione Santa Lucia, ci raggiungerai comodamente a piedi.
Il nostro staff sarà ben lieto di offrirti lo spazio per depositare i bagagli (qualunque sia l’orario del tuo arrivo) e ti fornirà una mappa per non…perderti.

Venezia in 2 giorni: giorno 1

Il tuo primo giorno a Venezia parte da qui: percorrendo Strada Nova, arteria pedonabile che collega la stazione ferroviaria al Ponte di Rialto, potrai imbatterti in numerosi luoghi d’interesse su cui soffermare la tua attenzione. Risultato di numerosi interventi urbanistici, Strada Nova è la perfetta passeggiata per conoscere Venezia: dopo poche centinaia di metri, attraversato il Ponte dell’Anconeta, un’ampia calle sulla tua destra conduce al Palazzo Vendramin Calergi, sede dell’attuale Casinò di Venezia dove, se amante del gioco d’azzardo, ti potrai misurare sul tavolo verde.
Procedendo verso il cuore pulsante della città, arriverai all’altezza di Ca d’Oro, noto palazzo affacciato sul Canal Grande, la cui denominazione deriva dal fatto che originariamente la facciata era ricoperta d’oro. Ad oggi è conosciuto come museo e sede della Galleria Franchetti: il famoso museo d’arte ospita diverse opere che adornano le varie stanze del palazzo.
Una piccola sosta lungo il percorso è d’obbligo all’interno del Fondaco dei Tedeschi: sede delle poste italiane fino al 2008, il palazzo è diventato un polo attrattivo dei fashion addicted provenienti da tutto il mondo. La terrazza panoramica ad ingresso gratuito è un must che non deve mancare nella vostra visita di Venezia in 2 giorni.

Uscendo dal Fondaco, ti troverai il meraviglioso Ponte di Rialto sulla tua destra. Simbolo mondiale di Venezia, questo ponte è il più antico collegamento tra le due parti dell’isola. Ad ogni orario della giornata, potrai lasciarti incantare dalla vista unica che il ponte propone: di mattina l’allegro via vai di barche e gondole, mentre di sera il dolce sciabordio delle onde spezzate sulle rive del Canal Grande crea un’atmosfera unica.
Dopo una breve pausa pranzo è il momento di dirigersi verso il salotto d’Europa: Piazza San Marco. Esattamente a cinque minuti a piedi da Rialto, Piazza San Marco si apre in tutta la sua magnificenza.
Assediata notte e giorno dai turisti, la piazza ospita la Basilica di San Marco, la Torre dell’orologio, il Palazzo Ducale e il Campanile.

Avendo un tempo limitato, vi consigliamo che godervi lo spettacolo passeggiando sotto i portici e di scegliere di visitare la cattedrale patriarcale: oltrepassando i portoni d’entrata capirete il motivo del suo appellativo Chiesa d’Oro. Preziosi mosaici e ricci elementi decorativi abbelliscono la basilica, rendendola attrazione principale di Venezia.
Per evitare di percorrere le stesse calli sulla via del ritorno verso l’hotel, ti suggeriamo di passare per il Campo Santi Giovanni e Paolo. L’imponente chiesa chiude l’angolo della piazza con la Scuola Grande di San Marco, un tempo confraternita laica e oggi ingresso dell’ospedale civile della città.
Se dopo una doccia rinfrescante, hai voglia di uscire per un aperitivo o una cena romantica, il posto ideale per te lo troverai sicuramente in Fondamenta della Misericordia.
Oltrepassata la movida lungo la Fondamenta degli Ormesini, troverai una serie di piccoli ristorantini posti sulla riva del canale dove poter concludere la serata in bellezza.

Venezia in 2 giorni: giorno 2

L’itinerario pensato per visitare Venezia in 2 giorni procede in un’area molto caratteristica della città lagunare. La direzione da prendere è quella opposta a quella del primo giorno: procedendo verso la stazione e oltrepassando il Ponte degli Scalzi, la prima tappa è la Basilica dei Frari. Pagando un biglietto d’entrata di soli 3 euro, avrai la fortuna di ammirare la più grande chiesa veneziana che ospita al suo interno niente meno che opere del famoso pittore Tiziano Vecellio, oltre ai monumenti tombali dello scultore Antonio Canova e di Tiziano stesso.
Meno conosciuta rispetto ai Frari, ti consigliamo di fare una piccola sosta per apprezzare il capolavoro che riveste il soffitto della Chiesa di San Pantalon. Non si tratta di un affresco, bensì di un grandissimo dipinto su tela di circa 445 metri quadrati. L’entrata è gratuita e vale la pena entrare a darci un’occhiata.

Attraversando tutto il Campo Santa Margherita e seguendo le indicazioni comunali affisse sugli edifici, è piuttosto semplice arrivare al Ponte dell’Accademia. Da poco ristrutturato, il grande ponte di legno è un punto strategico per scattare qualche foto d’autore e immortalare i 2 giorni trascorsi a Venezia.
Avanzando verso la Punta della Dogana, arriverai di fronte ad uno dei complessi architettonici più famosi di Venezia. La Basilica di Santa Maria della Salute fu progettata da Baldassare Longhena su disegni di Andrea Palladio e rappresenta un ex voto alla Madonna da parte dei veneziani per la liberazione della peste diffusasi nel XVII secolo.

Superata la punta estrema dell’isola, potrai goderti una bellissima passeggiata lungo la Fondamenta delle Zattere. Baciato dal sole, fermati a pranzare in uno dei numerosi ristoranti che si affacciano sul canale della Giudecca, isola posta di fronte a Venezia e riposa le tue gambe affaticate dopo i numerosi chilometri percorsi.