Oct 2020
+ -
+ -
L’isola della Giudecca : dove trovare la tranquillità a Venezia
Prenota ora

L’isola della Giudecca : dove trovare la tranquillità a Venezia

L’isola della Giudecca è uno dei pochi luoghi di Venezia che preserva tutt’oggi la propria autenticità in termini di vita vera. Raggiungibile in un cinque minuti di vaporetto da Piazza San Marco (linea 2 da San Zaccaria direzione ferrovia), la Giudecca è una versione organicamente integrata e meno turistica rispetto a Venezia.

Le calli popolate dai residenti, i ristoranti a conduzione familiare, i cantieri navali e le fabbriche fanno di quest’isola un gioiello prezioso che merita di essere visitato durante il tuo soggiorno a Venezia.

L’isola della Giudecca: un cenno di storia

Originariamente chiamata “Spina Longa“, data dalla sua curiosa forma a spina di pesce, l’isola della Giudecca si estende con maestosità di fronte alla sua isola di appartenenza, Venezia.

Leggende dicono che il suo nome deriverebbe dalla presenza nei secoli scorsi del primo quartiere ebraico, altre che la denominazione verrebbe dal termine “zudegà“, in italiano “giudicato”, riferendosi alle pratiche della Repubblica nel concedere dei terreni ad alcune famiglie bandite dalla città e poi richiamate dall’esilio.

Da sempre ricca di orti e giardini, la Giudecca era un tempo rifugio della nobiltà veneziana che vi si trasferiva durante i mesi più caldi. Purtroppo, dopo la caduta della Serenissima, questi luoghi ameni si trasformarono in depositi militari, quartieri operai e carceri.

Visitare la Giudecca: il tour culturale

Un Itinerario gradevole potrebbe essere quello che alterna la visita di chiese con l’entrata in musei ed altre attrazioni. Se vuoi includere in questo percorso anche l’isola di San Giorgio Maggiore, sappi che ci puoi arrivare in meno di due minuti di vaporetto dalla Giudecca.

Tra le chiese presenti sull’isola, suggeriamo di entrare nella Chiesa del Redentore, frutto dei progetti dal famoso architetto Andrea Palladio. Al suo interno, ospita numerose opere artistiche attribuite a pittori di fama internazionale: fra i molti, ricordiamo il Veronese e Palma il Giovane.

Questo luogo sacro è al centro delle due feste più importanti del calendario veneziano, la Festa del Redentore (luglio) e la festa della Madonna della Salute (novembre). Esso viene collegato al centro storico da un ponte votivo: una passerella galleggiante montata per facilitare il passaggio dei pellegrini in preghiera.

 

Con una breve camminata, potrai raggiungere l’entrata della Casa Tre Oci: lo splendido edificio in stile neogotico, ospita al suo interno uno spazio espositivo dove vengono organizzati numerosi progetti artistici, con particolare riguardo a quelli fotografici.

Il vero piacere è la prospettiva che le tre grandi finestre a forma di occhio, “oci” in dialetto veneziano, ti offrono sull’isola principale: da qui puoi ammirare splendidi panorami di Piazza San Marco e del Palazzo Ducale che difficilmente scorderai.

Il lato fashion della Giudecca

Fra le molte attività che l’isola offre, non farti sfuggire la visita alla Fabbrica di Tessuti di Mariano Fortuny. Sul finire dell’800, l’artista spagnolo aprì un piccolo atelier dove lavorare materiali raffinati e stoffe preziose: tecniche innovative e gran gusto caratterizzano da allora le creazioni di Fortuny.

Lo showroom e il meraviglioso giardino, popolato da fiori e piante che ispirarono disegni e decori, sono accessibili al pubblico, previo appuntamento: maggiori dettagli su orari e prenotazioni sono disponibili presso la nostra reception.

MIGLIOR PREZZO GARANTITO

Prenota sul nostro Sito Ufficiale,
solo qui troverai sempre il miglior prezzo!